Shincha vs Ichibancha

Nella terminologia del tè giapponese, shincha (新茶) è il “tè nuovo”, prodotto dal primo raccolto dell’anno. Spesso il termine shincha viene usato come sinonimo di ichibancha (一番茶), il “primo tè raccolto”.

In realtà i due termini non sono sinonimi: solo una parte del primo raccolto viene immessa immediatamente sul mercato, la parte restante viene conservata a bassa temperatura e immessa sul mercato nel corso dei dodici mesi successivi alla raccolta in modo da garantire sempre un alto livello di freschezza. Shincha è solo il tè nuovo immesso immediatamente sul mercato mentre ichibancha è un termine più generico: sono ichibancha tutti i tè di primo raccolto anche se immessi sul mercato successivamente. Quindi solo una parte degli ichibancha è shincha. I raccolti successivi vengono detti nibancha (secondo raccolto) e sanbancha (terzo raccolto).

I shincha si trovano in vendita da fine aprile / inizio maggio e solo per un periodo di tempo limitato. Sul piano sensoriale sono caratterizzati da una grande freschezza vegetale e da una bassissima astringenza.

I termini shincha e ichibancha non rappresentano una tipologia produttiva (come invece sencha e gyokuro) perché si riferiscono al raccolto e non alla tecnica di produzione. Quindi un sencha di primo raccolto immediatamente immesso sul mercato può essere definito shincha sencha.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s